Incentivi smaltimento amianto 2022

Buone notizie per il 2022! Infatti, anche quest’anno c’è la possibilità di usufruire di bonus per smaltire l’amianto delle tue coperture a condizioni estremamente convenienti.

Se possiedi ancora un immobile con una vecchia e malsana copertura in eternit, questo è il momento migliore per dotarlo di un nuovo tetto robusto e sicuro.

Continua a leggere per scoprire gli incentivi per lo smaltimento dei tetti in amianto nel 2022.

 

Bando ISI INAIL 2021 – 2022 amianto

Il bonus INAIL è dedicato alle aziende che intendono realizzare progetti per migliorare le condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Quest’anno il totale stanziato dallo Stato per il bonus INAIL è di ben 274 milioni di euro, che verranno distribuiti in modalità diverse in base alla regione e alla tipologia di progetto presentata. 

Le aziende, per richiedere l’accesso al bando, dovranno presentare progetti appartenenti ad uno di questi in 5 assi di finanziamento:

Asse 1. Progetti di investimento e progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

Asse 2. Movimentazione manuale dei carichi;

Asse 3. Progetti per bonifica amianto;

Asse 4. Micro & piccole imprese;

Asse 5. Agricoltura.

Vediamo nello specifico in che cosa consiste l’asse 3, tutto dedicato all’eliminazione dell’amianto! 

 

Chi può partecipare al bando ISI INAIL 2021-2022

L’asse 3 del bando si rivolge a tutte le aziende iscritte alla camera di commercio per attività di rimozione e smaltimento di manufatti in amianto. Dal 2022 potranno accedere al bando anche le micro imprese agricole.

Copertura finanziaria dei progetti di smaltimento amianto

Complessivamente, per finanziare progetti di smaltimento amianto sono stati stanziati ben 74 milioni di euro.

I progetti ammessi al bando dovranno avere un valore complessivo compreso tra un minimo di 5.000 euro e un massimo di 130.000 euro.

Il finanziamento potrà coprire fino al 65% delle spese sostenute per la realizzazione del progetto.

Procedura di accesso al bando

Se vuoi ottenere il bonus ISI INAIL, ecco una sintesi di come funziona la procedura:

  1. Dovrai innanzitutto presentare la domanda tramite l’apposito sportello telematico nelle date comunicate dall’INAIL.
  2. Qualche giorno dopo l’invio della domanda, sarai inserito nell’elenco provvisorio di aziende che richiedono l’accesso ai finanziamenti.
  3. In seguito, dovrai inviare tutta la documentazione necessaria per ottenere finanziamento. Se hai fatto tutto correttamente e il tuo progetto è idoneo, la tua richiesta sarà pubblicata in un elenco cronologico definitivo.

 

Date bando ISI INAIL 2021 - 2022

Il 7 marzo è scaduto il termine massimo per presentare la domanda per l’ottenimento del bonus tramite l’apposito sportello telematico sul sito INAIL.

Entro 14 giorni dall’apertura dello sportello telematico (quindi tra pochi giorni) saranno pubblicati gli elenchi cronologici provvisori.

Nei prossimi mesi saranno comunicate le date per l’upload della documentazione e la pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi.

Aggiorneremo questo articolo man mano che saranno comunicate le nuove date.

 

Proroga dei bonus

Anche su questo fronte ci sono ottime notizie! Infatti, sono stati prorogati alcuni bonus 2021 molto interessanti sia per le aziende che per i privati.

Bonus ristrutturazioni

Il bonus ristrutturazioni prevede la detrazione al 50% per gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili.

Per ottenerlo, l’intervento deve essere finalizzato al risparmio energetico, dunque dovrai presentare documentazione che dimostri un efficientamento del tuo immobile. I dati relativi vanno trasmessi all’ENEA entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Inoltre, il pagamento dei lavori dovrà essere effettuato tramite bonifico parlante.

È stata confermata la proroga di questo bonus non solo per tutto il 2022, ma fino al 2024!

Superbonus 110%

Il famoso incentivo al 110% che ha fatto molto parlare di sé l’anno scorso è stato ufficialmente prorogato per tutti fino al 30 giugno 2022.

Considera inoltre che la legge prevede alcune deroghe che ti permettono di usufruire del superbonus 110% con tempi meno stringenti:

  • Per i condomini la deroga per la fine dei lavori è al 31 dicembre 2022, purché almeno il 60% dei lavori sia stato svolto entro il mese di giugno 2022.
  • Gli IACP (case popolari) possono concludere i lavori entro la fine di giugno 2023, purché a dicembre 2022 abbiano completato il secondo stato di avanzamento dei lavori.

Il bonus 110%, a differenza dell’ISI INAIL, non è stato pensato espressamente per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto. Tuttavia, i costi dell’intervento rientreranno nel bonus se sostituirai il vecchio eternit con un tetto a pannelli solari.

I vantaggi che otterresti sono notevoli:

  • L’intervento di riqualificazione ti darà una nuova copertura sana e robusta, in linea con tutti gli standard di qualità moderni;
  • Otterrai generosi rimborsi dallo Stato;
  • Noterai una diminuzione degli importi delle bollette, dato che il tetto fotovoltaico produrrà energia elettrica in autonomia per il tuo immobile.

 

Contributi smaltimento amianto 2022: come iniziare

Se hai letto fino a questo punto, ti sarai reso conto che accedere ai bonus smaltimento amianto non è semplice come si potrebbe pensare. Infatti, l’attività richiede perizia tecnica nonché la capacità di orientarsi nei meandri della burocrazia.

Questo però non deve scoraggiarti! Infatti, il nostro team di professionisti del settore è a tua completa disposizione per darti tutto il sostegno necessario per ottenere il massimo dagli incentivi statali.

La nostra sede è in provincia di Bergamo, ma siamo attrezzati per offrire il nostro servizio anche a Brescia, a Milano e in tutte le province di Lombardia, Veneto e Piemonte. 

Contattaci per saperne di più!

 

Condividi su